La rivista  il tetto  è nata a Napoli nel  1963 ( il primo numero è uscito  nel gennaio del 1964)  per iniziativa di un gruppo di giovani, universitari e laureati,  credenti e non credenti, cattolici e non, ma uniti tutti dall’intento di dar vita  ad una strumento di confronto e di dialogo .

Una rivista come la nostra, che ha superato i 50 anni di vita,  potrebbe essere esposta alla tentazione di coltivare il proprio patrimonio passato, la propria tradizione culturale e politica, amministrando un’eredità certa, e tutto sommato, prestigiosa. Noi, invece, vogliamo essere il nostro presente e, perché no, il futuro.
 


----  Prossimi appuntamenti ----


 

 

ANTICIPAZIONI SULL’INDICE DEL NUMERO DI LUGLIO-OTTOBRE

I 5 anni dell’enciclica Laudato si’ (Leone)

La lettura della Laudato si’ alla luce dell’esortazione Querida Amazonia (Pompili)

Una premessa e quattro lettere ad amici  sul rapporto con Dio e col Cristianesimo (Proto Pisani)             

Buber e Rosenzweigh: L’esigenza dialogica e la critica delle ideologie e dei sistemi  (De Carolis)         

Dopo la crisi del covid-19  è possibile costruire  un futuro più giusto per tutti? (Avallone)     

I contesti urbani alla ricerca di un difficile equilibrio. Innovazione tecnologica o innovazione sociale? (Diozzi)

Una storia di obiezione di coscienza a Napoli negli anni ‘70 (Lupo)

Il Colibrì di Sandro Veronesi, vincitore dello Strega 2020, è un urlo a squarciagola? (Piscitelli)     

…ed altro