Autori

Nato a Napoli, vive a Firenze. Professore ordinario emerito di Diritto processuale civile dell’Università di Firenze. Ha insegnato prima nelle università di Siena e Bari. Dal 1994 al 1998 ha ricoperto l’incarico di componente laico di nomina parlamentare del Consiglio superiore della magistratura. Dal 2001 è socio corrispondente dell’Accademia dei Lincei. Dal 1961 è redattore de Il foro italiano. E’ uno dei fondatori della rivista il tetto.

Annamaria Palmieri vive e lavora a Napoli. Attualmente ricopre la carica di assessore alla scuola e all'istruzione della sua città; è docente di lettere in un noto liceo napoletano e docente a contratto  di letteratura italiana  presso L'Orientale. Esperta di didattica, è  stata presidente del Cidi di Napoli dal 2009 al 2011 e continua a battersi per il rinnovamento della scuola pubblica sia sul piano delle pratiche che su quello dell'affermazione dei diritti: il  diritto degli alunni ad una scuola inclusiva, democratica e di qualità, il diritto dei docenti al riconoscimento della loro dignità culturale e professionale, il diritto di tutti i cittadini all'istruzione laica, gratuita, orientata secondo  Costituzione. Autrice di diversi articoli e saggi, tra cui Maestri di scuola, maestri di pensiero, La scuola tra letteratura e vita nella seconda metà del Novecento, ed.Aracne 

Ednave Stifano nato a Napoli il 21/01/1958

Laurea in Sociologia conseguita in data 29 giugno 1981 presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II” con votazione finale di 110/110   con tesi di laurea in Sociologia dell’arte e della letteratura sulla canzone d’autore in Italia. Docente a tempo indeterminato di Filosofia, psicologia e scienze dell’educazione in servizio dal 1996, presso l’Istituto Superiore “Caracciolo – da Procida”  di Procida.

Già componente della segreteria del Cidi di Napoli. Socio fondatore dell’associazione Onlus “Insegnanti senza frontiere”

Nel corso degli anni ha ricoperto, negli istituti scolastici in cui ha svolto il suo ruolo di docente,  numerosi incarichi:  è stato collaboratore del Dirigente Scolastico e funzione strumentale in diversi ambiti (sostegno agli studenti, orientamento) occupandosi, in particolare, da circa 10 anni del coordinamento e redazione dei documenti ormai fondamentali del sistema scuola (POF, PTOF). Inoltre si occupa del Rapporto di Valutazione e del Piano di Miglioramento nonché del coordinamento del Nucleo Interno di Valutazione.

ELIO RINDONE, docente di storia e filosofia nei licei, oggi in pensione, ha conseguito nel 1984 il baccellierato in teologia presso la Pontificia Università Lateranense e in seguito, per tre anni, ha condotto un lavoro di ricerca presso l’Università Cattolica di Nijmegen (Paesi Bassi) tenendosi in contatto con E. Schillebeeckx. Ha pubblicato L'ispirazione della S. Scrittura dal Vaticano I al Vaticano II, Centro di Formazione Cristiana, Palermo 1982, Attualità del pensiero greco. Quattro saggi, Centro di Formazione Cristiana, Palermo 1985, Per comprendere l'eucaristia, Augustinus, Palermo 1989, Ma è possibile essere felici?, Il pozzo di Giacobbe, Trapani 2004, e Chi è Gesù di Nazareth?, Ilmiolibro, 2011, oltre a vari articoli su Aquinas. Rivista internazionale di filosofia e su Critica liberale.

 

Ferruccio Diozzi è nato il 5 dicembre 1954 a Napoli dove vive.  E’ sposato ed ha una figlia. Dopo gli studi classici ha conseguito la laurea con lode in sociologia con una tesi sulle origini del movimento comunista in Italia e  sulla figura di Amadeo Bordiga. Alla formazione accademica, prevalentemente storico-sociologico-economica, abbina interessi culturali che includono la filosofia, le letterature contemporanee, il cinema, i fumetti,  la musica jazz e quella rock. Ama il mare e gli sport al mare connessi, nuoto, canoa, pallanuoto, etc.

Dopo una partecipazione giovanile nel gruppo de “Il Manifesto” ed alcuni anni di iscrizione al PDUP, ha fatto parte dei Democratici di Sinistra e, tra il 2006 ed il 2007, ha partecipato al dibattito interno sulle posizioni della componente guidata da Fabio Mussi. E’ stato responsabile, nell’ambito del Movimento per il partito del lavoro, del Dipartimento Programma e Cultura.

Giacomo Losito (Napoli, 1965) si è laureato in Filosofia nel 1990, sotto la direzione di Marco Ivaldo e di Domenico Jervolino, che lo ha introdotto come borsista all’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e come collaboratore a « il tetto », in cui ha pubblicato traduzioni di testi (Ricoeur, Poulat....) e articoli relativi all’attualità ecclesiale. Nel 2004 ha conseguito il dottorato in Filosofia dell’Institut catholique de Paris e in Storia delle religioni alla Sorbona. Dal 2006 al 2009 è stato ricercatore della Facoltà di teologia cattolica dell’Università di Francoforte sul Meno. Ha collaborato con riviste italiane e francesi ed è membro del comitato di redazione di « Modernism. Rivista annuale di storia del riformismo religioso in età contemporanea ». I suoi interessi scientifici ed editoriali si sono dispiegati nell’ambito dello studio della «crisi modernista» e della sua storiografia, in particolare in relazione a Maurice Blondel, Lucien Laberthonnière, Alfred Loisy, Ernesto Buonaiuti, Paul Sabatier e Émile Poulat. Attualmente è ricercatore associato delle Archives M. Blondel dell’Università cattolica di Lovanio (B) e insegnante in Francia, nella scuola secondaria.

E’ nato a Roma nel 1949. Dopo il liceo classico ha lavorato per una decina di anni come operaio edile. Nel 1979/80 ha lavorato come redattore a Com-Nuovi Tempi. Pubblicista dai primi anni ’80, si è laureato in Filosofia nel 1985 con una tesi sulla chiesa di Bologna negli cinquanta e sessanta, pubblicata molti anni più tardi (2012) dal Mulino con il titolo Il Vaticano II a Bologna. La riforma conciliare nella città di Lercaro e Dossetti. Ha lavorato a lungo nella redazione del settimanale dell’Azione cattolica  Segnosette, con la direzione di Angelo Bertani. E’ stato caporedattore di Volontari e Terzo Mondo, rivista trimestrale della Focsiv, e ideatore del mensile Piccolo pianeta. Negli anni novanta, nelle due consiliature guidate da Francesco Rutelli, è stato consulente dell’assessorato alle politiche sociali e caporedattore del quindicinale Roma Città solidale. In seguito ha lavorato ancora nel settore dei servizi sociali, a Roma, e in un centro per studenti stranieri. Per un anno ha collaborato ad Adista. Segni nuovi. Coordina un’associazione di solidarietà con il Kivu, nell’ex Congo belga. Dal 2012 cura il sito online c3dem (Costituzione, concilio e cittadinanza. Per una rete tra cattolici e democratici).

Giovanni Battista Benzoni  nasce qualche giorno prima della Liberazione, il 4 aprile del  1945 a Belluno, città medaglia d’oro della  Resistenza.    Dal 1955  vive a Venezia l Ha collaborato coni giornali tra i quali l’avvenire d’Italia, l’unità, il manifesto, il Gazzettino , Gente Veneta, Alto Adige, Avvenimenti E’  stato dal 1967 al 1970 con Mirella Gallinaro  presidente   nazionale della federazione degli universitari cattolici .   Compare  in copertina di qualche libro come   Fede, Cultura, Società. Vivere la «scelta 1955. religiosa» e Un corso di giornalismo per uso scolastico. Ha  partecipato  alla vita politica e sindacale cittadina,   in particolare nel sindacato CGIL scuola del cui direttivo ha  fatto parte negli ultimi decenni del secolo scorso . Ha fondato con Wladimiro Dorigo ed altri  la  Arsenale cooperativa editrice. E’ stato consigliere comunale e assessore al decentramento  con la delega alla protezione civile per l’Amministrazione di Venezia  collaborando con gli amministratori comunali della Campania negli anni del terremoto dell’Irpinia  . Si è dedicato e si dedica ad attività per la promozione della pace, con particolare attenzione alla obiezione fiscale alle spese militari , alla questione dei missili;  fa parte del Punto pace  di Mestre di Pax Christi . Attualmente è redattore delle riviste  Servitium, Esodo e il tetto e direttore dei Quaderni di Sant’Erasmo.

Sono nato a Napoli (1948) dove ho frequentato il liceo classico J. Sannazaro e mi sono laureato in Matematica presso l’Università (oggi Federico II).

Durante gli anni universitari ho partecipato attivamente all’associazionismo cattolico nella Fuci, con impegni anche a livello nazionale: negli incontri congressuali, nelle settimane di studio di Camaldoli e collaborando alla rivista Ricerca; a Napoli con un gruppo della Fuci ho seguito l’esperienza della Cappella universitaria, luogo di incontro e di riflessione culturale aperto a studenti di diversa provenienza.

Parallelamente sono stato attivo nel movimento studentesco ed ho seguito la nascita di alcuni movimenti politici, tra i quali Cristiani per il socialismo. Nei primi anni ’70 ho iniziato a collaborare con il tetto.

Successivamente ho iniziato un’attività di consulenza: prima in una società di ingegneria partecipata dal gruppo Iri e poi approdando dal 1995 alla Società per l’imprenditoria giovanile: qui ho progettato e diretto alcuni programmi per l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego (il cd. “prestito d’onore”) e contribuito a lanciare molte iniziative in tema di sviluppo locale che mi hanno consentito di percorrere e di conoscere a fondo il Mezzogiorno. Ho anche realizzato un programma di imprenditorialità nel sociale a sostegno del Terzo settore.

Mario Gaetano Fabrocile, napoletano, laureato in Giurisprudenza all’Università Federico II (Napoli), indi in Sociologia all’ Università di Salerno, vincitore di concorso per la carriera direttiva nel Ministero della Pubblica Istruzione, docente di discipline storico- filosofiche nei licei romani fino al 2009. Dal 1999 collabora presso l’Università “La Sapienza ” di Roma-Facoltà di Scienze politiche, Sociologia, Comunicazione- con la Cattedra di Storia contemporanea, come cultore di tale materia, prima a contratto, attualmente da volontario. Scrive per il mensile romano “La nuova voce”; negli anni ’90 ha collaborato con il quindicinale “Ragioni socialiste” diretto da Nevol Querci, su temi storico- sociali. 

Nicola Colaianni (Bari, 1946) è stato consigliere della Corte suprema di cassazione fino al 2003 quando è passato ad insegnare  Diritto ecclesiastico dello Stato e Diritto ecclesiastico comparato presso il Dipartimento di giurisprudenza dell’università di Bari “Aldo Moro” Deputato nella XI legislatura, è stato capogruppo PDS in Commissione giustizia e relatore per le “stragi pregresse” della “Commissione stragi”.  Componente del direttivo nazionale dei “Comitati per la Costituzione”, fondati da Giuseppe Dossetti. Ha svolto le funzioni di avvocato coordinatore della Regione Puglia, è stato componente di varie commissioni miste per i rapporti tra Stato e confessioni religiose diverse dalla cattolica. Collabora a giornali (Repubblica-Bari, La gazzetta del mezzogiorno), riviste (Politica del diritto, Questione giustizia, Il foro italiano, Giurisprudenza italiana, Federalismi, Forum costituzionale, Quaderni di diritto e politica ecclesiastica, Diritti, immigrazione e cittadinanza, Rivista Associazione dei costituzionalisti italiani) e alle maggiori opere giuridiche (Enciclopedia giuridica Treccani ed Enciclopedia del diritto Giuffrè).  

PAOLA PARISET, romana, laureata in lettere moderne alla Sapienza, è stata docente di Storia dell’Arte nel licei classici per 36 anni. Pubblicista dal 1971, collabora tuttora presso il quotidiano Il Tempo di Roma, la rivista Uniroma dell’Università La Sapienza, il mensile capitolino La nuova Voce ed altri periodici, su argomenti culturali, segnatamente artistici e musicali

Pio Russo Krauss è nato a Napoli nel 1953.

Medico, specialista in medicina interna e in igiene e medicina preventiva, è stato responsabile del Settore Epidemiologia ed Educazione Sanitaria dell'USL 39 (1987-1995), del Centro di Documentazione e Ricerca sull'Ambiente e la Salute dell'ASL Napoli 1 (1995-2003) e successivamente del Settore Educazione Sanitaria dell'ASL Napoli 1 Centro.

Ha svolto incarichi e collaborazioni con l'Università Federico II, il Ministero della Salute, la Rete Italiana Città Sane, la Regione Campania, la Regione Piemonte, il Comune di Napoli e varie AA.SS.LL. Attualmente è membro del Gruppo di Studio Regionale sulle Buone Pratiche in Educazione e Promozione della Salute.

Ha pubblicato oltre 100 articoli su riviste scientifiche e culturali, nonché varie monografie, tra cui "Educare alla difesa dell´ambiente", Gruppo Abele 1993,Tecniche e proposte di educazione alla salute”, Dolgetta 1999, "Ecolandia: principi, metodologia e didattica dell'educazione ambientale" Stagrame 2008, "Progetto Quadrifoglio: educare alla salute" (edizioni 1998, 2002, 2005, 2009, 2017).

Serena Marini, nata a Torrice, frequenta il liceo classico a Frosinone; si laurea in filosofia alla Sapienza di Roma. Negli anni 1968/70 lavora alla Presidenza nazionale della Fuci. Sposata con Angelo Bertani, hanno tre figli: Francesca Romana, Tommaso e Paolo. Ha insegnato Storia e Filosofia nei licei romani fino al 2009.  Attualmente svolge volontariato nel Museo storico della Liberazione di Roma.